Marie Kondo e SOS Ordine parlano lingue diverse?

Mary Kondo e SOS Ordine parlano la stessa lingua?

Hai mai sentito parlare del fenomeno internazionale “Il magico potere del riordino”,di Marie Kondo?

Probabilmente sei tra le 30.000 persone che hanno letto il Bestsellers della scrittrice giapponese Marie Kondo, pubblicato in Italia nel 2014.
Se invece, nonostante l’organizzazione sia il tuo punto debole, non lo hai ancora fatto, non preoccuparti, continua a leggere e scoprirai di cosa si tratta!
“Il magico potere del riordino” è un libro di economia domestica di grande successo, scritto da quella che in Giappone è considerata la “Regina dell’Ordine”: Marie Kondo.
Con questo manuale la brillante scrittrice nipponica fa conoscere al mondo il metodo “KonMari”, che spiega in pratica come possiamo organizzare e trasformare gli spazi abitativi senza perdere la nostra identità.
Nella filosofia zen il riordino fisico è un vero e proprio rito, usato per aumentare la fiducia in sé stessi, liberare la mente, valorizzare le cose preziose, per non rimanere troppo attaccati al passato e che induce a fare meno acquisti inutili.
Argomento interessante per ogni buon Professional Organizer che si rispetti! Ma…

Quanto c’è del metodo ideato da Mari Kondo nelle “Soluzioni per la vita di tutti i giorni” di SOS Ordine?

Ovviamente il libro è stato oggetto di analisi durante i corsi di formazione frequentati dalle nostre Professional Organizers, ma lavorando sul campo e dopo più di un anno di attività posso affermare che, per quanto valido, il KonMari non si adatta a tutti in maniera univoca.
Prima di tutto perché legato alla tradizione giapponese, ben diversa dalla cultura europea incline alla conservazione degli oggetti, più materialista e meno spirituale.
In secondo luogo, noi occidentali, in particolare italiani e spagnoli, non siamo pronti a vedere nel gesto del “mettere in ordine” un modo per ritrovare sé stessi e trasformare la nostra vita, ma lo consideriamo semplicemente fare pulizia domestica.

Per questo motivo con SOS Ordine si parla di “metodo personalizzato”, che inizia con un’analisi attenta dello stile di vita del cliente per arrivare a una soluzione fatta su misura per ogni singolo caso!

Se vuoi rimettere in ordine la casa e la tua vita quotidiana
senza perdere altro tempo,
richiedi ORA una consulenza SOS Ordine, è GRATIS!

Invia un SOS

Devi sapere che Marie Kondo è una personcina piccola piccola, interessata fin dalla tenera età alle metodologie di riordino degli oggetti. Ovunque si trovasse non faceva altro che riordinare, persino mentre era a scuola, durante la ricreazione, lei metteva in ordine gli armadietti.
Al solo pensiero mi viene l’ansia, non so a te?!
Si perché fare Ordine e soprattutto Organizzare non deve trasformarsi in un’attività maniacale, nemmeno quando è fatta con passione.

E ricorda riordinare non è pulire!

La Magia del Riordino

Ora diamo uno sguardo ai 10 punti fondamentali del magico metodo KonMari e adattiamoli alla cultura europea:

1) Il riordino va effettuato tutto in una volta (sei mesi è l’arco di tempo necessario)

Valutare il tempo necessario è sempre un po’ complicato. È difficile stabilire una data precisa di fine lavori, perché ci sono molteplici varianti da tenere in considerazione: dimensione della casa, impegni di lavoro, nucleo familiare, per quanto tempo hai lasciato che regnasse il caos, il numero di oggetti accumulati, ecc…
Fondamentale il tuo grado di convinzione. Perché se non sei davvero decisa a fare sul serio, per organizzarsi e riprendere il controllo della situazione ci vorrà un pochino.
Ma non ti spaventare! Ricorda: per fare ordine prima ci vuole un po’ di disordine.

2) Non riordinare stanza per stanza, ma una categoria per volta

Ni!!! Mari Kondo parla di macro-categorie di oggetti e questo tipo di suddivisione è fondamentale per una buona organizzazione, ma non dimentichiamoci delle persone e degli spazi personali.
Un armadio condiviso dovrebbe essere organizzato in base al genere di capi (maglie, abiti, pantaloni ecc.), ma anche in indumenti femminili e maschili ad esempio.
Se poi entriamo nel merito del capitolo relativo alle tecniche di piegatura, è ottimo il sistema di “piegatura verticale”, entrano il doppio dei capi e tutto è ben visibile, ma non mi trovo molto d’accordo col metodo di “piega a Origami”. Lo ritengo troppo impegnativo e non alla portata di tutti.

3) Prima di buttare via le cose pensate all’ideale di vita a cui aspirate

In questo caso è molto difficile far capire la visione zen legata a questo punto. Ad esempio prendere una maglietta, toccarla e interpretare le sensazioni che ne deriva. È qualcosa di molto profondo e interiore che ti farebbe perdere ore per ogni singolo oggetto.
Perciò preferisco tradurlo in conserva le cose che ti piacciono e ti rendono felice, meglio un pezzo figo, che 3 brutti. Prendi solo il bello il resto via!!! Oppure regalalo a chi ne farà buon uso.
E non soffermarti troppo su ciò di cui non sei sicura, tienilo momentaneamente, e dico momentaneamente, finché non sarai sicura.

4) Riordinare deve essere un evento speciale con una cosa da fare tutti i giorni

Vero! Con questo punto sono pienamente d’accordo.
Se hai fatto un buon lavoro la prima volta e continui a seguire delle buone abitudini, non avrai bisogno di ripartire da zero ogni volta che farai ordine in casa.

5) Contenitori e divisori non servono: destinate uno spazio ad ogni categoria di cose

Ne sei davvero convinta?
Scatole, contenitori e separatori sono i nostri migliori alleati per mantenere la casa organizzata.
Ne esistono di tutti i tipi e alcuni, se a vista, possono essere anche decorativi. Ti basta pensare ai classici cesti di design svedese inseribili come cassetti nelle librerie a scacchiera (per non fare pubblicità non citerò la marca, ma credo tu abbia già capito a cosa mi riferisco).

6) Svuotate la borsa ogni giorno

Quante di noi lo fa realmente? Il più delle volte abbiamo a che fare con borse alla Mary Poppins e per svuotarle impiegheremmo delle ore ogni sera!
Per quanto mi riguarda ho provato a essere ligia nel farlo e puntualmente mi ritrovo a cercare nella borsa qualcosa che c’è stato sempre e ora non trovo più. Capita anche a te?
Inoltre, Marie consiglia di conservarle una dentro l’altra per risparmiare spazio, ma noi amanti degli accessori sappiamo bene cosa succederebbe alla preziosa pelle battuta della nostra borsa se strofina contro una cerniera o un inserto metallico.
SOS Ordine ti suggerisce: togli dalla tua borsa biglietti e cartacce, snack e gadget inutili, il resto lo farai quando sceglierai un nuovo accessorio da abbinare al tuo look.

7) Pensare solo alle cose da eliminare ci rende infelici. Meglio scegliere che cosa conservare

E se sei indecisa raggruppa l’incerto per rivederlo più tardi, ma vai avanti con il lavoro!

8) Conservate solo le cose che vi emozionano e buttate via il resto

Le cose che ti emozionano possono essere tante, quindi la domanda giusta da porsi potrebbe essere: mi piace? Oppure:lo metterò?

9) Raduna tutte le cose che appartengono alla stessa categoria sul pavimento e poi decidete da dove iniziare

Questo punto mi lascia un po’ perplessa. Mi sembra una soluzione drastica, adatta forse alle tipiche abitazioni giapponesi, ma tu rischi di ritrovarti in un caos ancora più grande e di calpestare i tuoi abiti. È più pratico usare delle scatole.

10) Mai buttare via le cose degli altri: è una grave mancanza di rispetto

Sicuramente l’ideale è che ogni persona decida cosa buttare, ma in alcuni casi è bene che siano gli altri a prendere le decisioni, le mamme per i figli, una figlia per un genitore non più autosufficiente ad esempio e senza rischiare di mancargli di rispetto.

Se sei giunta alla fine di questo articolo vuol dire che sei veramente intenzionata a cambiare qualcosa nelle tue abitudini di vita e stai cercando un metodo che ti indichi da che parte iniziare.

Come avrai capito, in alcuni casi SOS Ordine e la Regina dell’Ordine “parlano la stessa lingua”, ma la soluzione più efficace è quella che tiene conto delle abitudini di vita di ogni singola persona.

 

Se cerchi una soluzione personalizzata per rimettere in ordine la casa
e la tua vita quotidiana,
richiedi ORA una consulenza SOS Ordine, è GRATIS!

Invia un SOS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.